Bomba d’acqua su Napoli, strade come fiumi: Posillipo e Vomero in ginocchio

Napoli perde pezzi, si allaga, le strade si spezzano, i tombini saltano, i calcinacci e le guaine volano via dai palazzi, i pali stradali cadono come grissini. Sono decine e decine i dissesti successivi all’intensa ma breve bomba d’acqua della notte di sabato e al maltempo delle ultime 48 ore, e non risparmiano nessun quartiere. Secondo i numeri ufficiali, forniti ieri dalla polizia municipale, gli interventi effettuati per dissesti sono stati 30: sprofondamenti, avvallamenti, cornicioni crollati, voragini aperte nell’asfalto (a volte in tratti riempiti da poco), infiltrazioni nei muri e negli edifici, alberi caduti o in pericolo. Napoli, in questo inizio inverno, è un po’ più arancione, come il colore delle transenne.

Posillipo, ieri mattina, era un fiume di fango. Via Manzoni sembrava il lago di Como, con tanto di rami spezzati a galleggiarci dentro. In via Lucrezio, pochi passi più in là, gli interventi (urgentissimi) di rimozione degli alberi crollati o in procinto di crollare sono andati avanti fino al primo pomeriggio. Ai problemi degli alti fusti si aggiungono quelli delle caditoie, ostruite da tempo: «Da anni – si sfoga Fabio Chiosi della I Municipalità – chiediamo il finanziamento per l’adeguamento del collettore Sermoneta per evitare gli allagamenti in via Posillipo. Mentre a via Manzoni puntualmente si forma un lago a causa di una strozzatura fognaria che da anni non viene risolta con un intervento di poco costo. E questi sono i risultati. Una vergogna tra le tante di questa Amministrazione». «Dopo i danni il Comune cerca di correre ai ripari – commenta Francesco De Giovanni, presidente della I Municipalità – Ma piccole operazioni di imbellettamento non risolvono nulla. Sono davvero furioso perché da anni chiedo di potare gli alberi, di adeguare e pulire le fogne, di fare manutenzione a pali della luce, strade, marciapiedi e scuole. Sarei comunque felice se ora si facesse sul serio, cosa di cui dubito visto la mancanza di risorse e di capacità da parte del Comune». Il Lungomare non è messo troppo meglio: all’altezza del Consolato Usa sembra esplosa una bomba militare piuttosto che d’acqua. Pali divelti, mattoni, pavimenti e piante distrutte, voragini nella passeggiata in riva al mare. «Tutto distrutto – dice Vitale De Gais, titolare di Vesi Pizza Gourmet – ho appena riaperto un locale storico in piazza Vittoria, Orange, ma serve più manutenzione. I rappezzi fatti alle piastrelle dell’asfalto, dopo la pioggia, sono terribili».
L’inverno sta portando scontento sul mare. Ieri un centinaio di persone, compresa una comitiva di turisti spagnoli e una squadra di calcio, sono rimaste bloccate a Capri: le onde alte come muri hanno impedito la navigazione dei traghetti. Ma anche a terra i danni sono importanti. Dopo lo sprofondamento di via Giotto-Medaglie d’Oro di venerdì (con la strada riaperta ieri mattina), voragini anche ai Colli Aminei, al Vomero, in piazza Canneto, in via Pagano e via Ticino, muro franato in via Reggente, caduta calcinacci e dissesti agli edifici in via Esopo, via San Giuseppe dei Nudi, viale Kennedy e Case Puntellate. Sprofondamenti in via Sartania, vico Colonne e via Attanasio. Avvallamento in via T. De Filippo. Decine di buche e dissesti stradali anche dove l’asfalto è stato appena rifatto, come ai Colli Aminei (rotonda con via Nicolardi) o sulle strisce pedonali (centralissime e nuove) di via Santa Teresa degli Scalzi. Tra gli interventi effettuati da vigili urbani, Protezione Civile e pompieri, figura anche uno «sprofondamento in piazza San Gaetano», proprio all’ingresso della Napoli Sotterranea. Ma si passa: «Qualcuno ha tolto le transenne», confermano dall’interno del sito turistico. «Circa 100 unità sono state impegnate per i diversi interventi – spiega il Generale Ciro Esposito, comandante della Municipale – è importante supportare la Protezione Civile ed i Vigili del Fuoco in queste circostanze, trascurando altre attività, in quanto la salvaguardia dei nostri concittadini è funzione prioritaria da tutelare».

Il Mattino

Commenti

Questo articolo è stato letto 331 volte!

 
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu