I nove atolli di Tuvalu, il paradiso corallino scampato all’innalzamento dei mari

Un’isola turistica, senza turisti. Per chi è alla ricerca di spiagge deserte e di un paradiso dove i pesci volanti sfiorano l’acqua, Tuvalu è la scelta giusta. Con oltre cento minuscole isole sparse nel Pacifico meridionale, questa è fra le nazioni più isolate al mondo. Siamo in Polinesia, a metà strada tra le Hawaii e l’Australia, e in termini di grandezza del territorio, Tuvalu è il quarto stato più piccolo al mondo, dopo il Vaticano, Monaco e Nauru.

Un record che ha rischiato di scomparire per sempre: con i suoi 4,5 metri di altezza massima, l’arcipelago corallino era dato per spacciato a causa del costante innalzamento del mare. Poi, lo scorso anno, uno studio dell’Università di Auckland ha certificato una controtendenza, monitorando l’espansione dell’isola, che comunque continua a essere messa in pericolo dal riscaldamento globale. Insomma, non c’è tempo da perdere.

NGA

@NGA_GEOINT

No longer have a sinking feeling about the Pacific nation Tuvalu – turns out, it’s actually growing in size! via @MailOnline » http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-5371535/Sinking-Pacific-nation-getting-bigger-study.html 

Visualizza l'immagine su Twitter

Un tempo questo territorio era conosciuto come Isole Ellice. E solo l’isola principale, Funafuti, ha un aeroporto, collegato esclusivamente con le isole Fiji. Gli altri otto atolli abitati – dislocati in un’area di 700 chilometri – si possono raggiungere in barca e nascondono decine di insenature dove la spiaggia sembra di zucchero a velo. Per visitarli tutti ci sono i traghetti di Stato: due navi, la Nivaga III e la Manu Folau, che effettuano il giro delle isole fermandosi in ognuna circa un’ora.

Tuvalu, in realtà, significa «otto insieme». Questo perché solo otto erano in origine gli atolli abitati dell’arcipelago, ai quali si è poi aggiunto Niulakita. L’ultimo dato sul turismo internazionale nell’intera nazione risale al 2017 e certifica la presenza di appena duemila stranieri in un anno. Un dato stabile per una nazione che gli italiani proprio non conoscono.

LaStampa.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 156 volte!