Mare marrone tra Napoli e Pozzuoli, il video della macchia: “E’ una vergogna, aria irrespirabile”

Un’altra macchia marrone è apparsa nel mare tra Bagnoli e Pozzuoli. La segnalazione è stata inviata da una residente di via Napoli che ha pubblicato le foto e il video su Facebook. “Si è fatta una chiazza marrone nel mare e l’aria è diventata irrespirabile. E’ una vergogna”.

LA MACCHIA A POSILLIPO

Diventa marrone il mare in una zona di Posillipo. A lanciare l’allarme sono stati alcuni cittadini sui social, uno dei quali ha pubblicato un video nel gruppo Facebook POSILLIPINI D.O.C.G. “Non so se tutto questo è normale, ma non credo. Guardate questa macchia, purtroppo non posso farvi vedere il cattivo odore che c’è”, scrive Salvatore. In pochi minuti il video è stato commentato e condiviso da tantissime persone. Non si sa di cosa si tratti, se quel liquido che finisce a mare sia inquinante o meno. Sul caso è intervenuto anche il consigliere regionale Borrelli. 

Il comunicato di Francesco Emilio Borrelli

“E’ bastato un temporale estivo per creare scene da “apocalisse” a Posillipo. Una scalinata si è letteralmente trasformata in una cascata, inondando di acqua la strada sottostante. Purtroppo questi fenomeni sono abituali ogni qual volta piove e creano problemi anche all’economia della zona. Ne sanno qualcosa i gestori dei lidi che, all’improvviso, si sono ritrovati una chiazza di terriccio nel tratto di mare antistante la spiaggia di via Posillipo. Purtroppo la mancanza di manutenzione degli scarichi pluviali crea una serie di problemi che impattano gravemente anche sulla vita dei cittadini che si trovano a fare i conti con disagi di vario tipo. Sono anni che a Posillipo non avviene un espurgo delle caditoie e degli scarichi e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti”.

I problemi

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere del Sole che Ride alla I Municipalità Gianni Caselli. “Tra l’altro – proseguono – gli scarichi pluviali sono spesso occlusi da rami, cartacce, cicche di sigarette e terriccio. Tale problema è connesso all’assenza di cura del verde pubblico e dai troppi incivili che usano le strade come pattumiere. Un esempio lampante è via Petrarca dove i marciapiedi sono invasi dalla resina. La criticità in questo caso dipende dalla mancata potatura degli alberi. Abbiamo inviato una nota alle autorità competenti chiedendo di intervenire per un espurgo straordinario e per far potare il verde pubblico posillipino”.

Internapoli.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 60 volte!