Da martedì break temporalesco e stop al grande caldo

“L’Italia continua ad essere contesa tra una circolazione di aria fresca sul Centro Nord Europa e l’anticiclone africano che interessa i Paesi del Mediterraneo” – A dirlo sono i meteorologi di 3bmeteo.com che aggiungono. – “Questa situazione determina un’Italia divisa in due sul fronte meteo. Il Nord lambito da code di perturbazioni con temporali a tratti forti mentre su gran parte del Centrosud dominano sole e gran caldo”. Domenica nuovi acquazzoni e temporali qua e là sono attesi tra pomeriggio e sera su Alpi, Prealpi, Veneto e Friuli Venezia Giulia dove potrebbero risultare anche di forte intensità con locali grandinate e colpi di vento. Qualche temporale anche su Piemonte, Lombardia, Nord Toscana ed Emilia Romagna così come in Liguria e alta Toscana.
Le temperature caleranno di qualche grado al Nord. Sul resto del Centro e al Sud ci saranno poche variazioni con sole e grande caldo e punte di 38-40°C sulle aree interne di Sardegna, Calabria, Sicilia e Puglia. Tra martedì e mercoledì break temporalesco – L’avvio della settimana vedrà ancora un’Italia divisa in due; il Nord e parte del Centro saranno alle prese con una certa variabilità associata a locali acquazzoni e temporali.
Tra martedì e mercoledì invece ci sarà un ulteriore peggioramento a causa del passaggio di una veloce perturbazione . In tal frangente ci attendiamo rovesci e temporali anche di forte intensità in particolare al Centronord, con rischio nubifragi, grandinate e raffiche di vento improvvise. Le temperature saranno in graduale diminuzione, anche sensibile su Nordest e medio alto Adriatico con cali di 8-10°C. Il sole ed il clima molto caldo resisteranno con temperature elevate al Sud e Sicilia dove l’anticiclone africano sarà ancora in piena azione. Da metà settimana ricambio d’aria generale. Le correnti da nord dilagheranno a tutta la Penisola e raggiungeranno anche il Sud e la Sicilia entro giovedì’ prossimo, quando metteranno fine a questa prolungata ondata di caldo. Le temperature torneranno così nelle medie tipiche del periodo o anche al didi sotto sui versanti adriatici” – concludono i meteorologi di 3bmeteo.com

Ansa.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 228 volte!